.
Annunci online

GAVOI
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 104432 volte


A GAVOI VINCE IL NO CON IL 54%
23 ottobre 2007

A Gavoi prevale il NO alla Legge Statutaria con il 54% dei voti, mentre i sostenitori del SI non vanno oltre il 46%. Certamente c'è da considerare il fronte trasversale che si è schierato contro il Governatore, il Centro Sinistra sardo e la legge statutaria messa sotto accusa, ma il voto ha comunque una valenza politica che sommata allo schiaffo ricevuto qualche settimana fa da Soru nella tornata elettorale per l'elezione del Segretario regionale del PD, fa girare nell'aria un certo odore di carogna. Anche Gavoi si prepara a celebrare il funerale del Governatore di Tiscali. L'astensionismo è un segnale da non sottovalutare ma lo è altrettanto il chiaro voto uscito dalle urne lunedì mattina. La gente inizia ad avere le scatole piene di Soru e della sua banda di funamboli. Siamo arrivati al capolinea? La sinistra sarda sta già iniziando a volegere altrove il proprio sguardo alla ricerca del prossimo leader da buttare in pista per le regionali del 2009? Azzardo una previsione: prossimo schiaffo REFERENDUM CONTRO IL PPR, dimissioni di Soru e voto nell'autunno 2008. Duello PILI-SORU, NIZZI-CHERCHI, PISANU-SORO, MASSIDDA-CABRAS?




permalink | inviato da gavoi il 23/10/2007 alle 16:6 | Versione per la stampa
LA DESTRA NUORO: ON LINE IL SITO
19 ottobre 2007

Da oggi è on line il sito della Federazione provinciale de "LA DESTRA" di Nuoro.

www.ladestra-nuoro.com  




permalink | inviato da gavoi il 19/10/2007 alle 20:52 | Versione per la stampa
ANCORA KOSSIGA!!
18 ottobre 2007

KOSSIGA SU MASTELLA: <<chi afferma che la concessione di una autorizzazione, atto per sua natura discrezionale, e’ un atto dovuto, e’ un asino>>

ROMA, 17 OTT - ”Molto mi duole contraddire l’amico Clemente Mastella ministro della Giustizia e molto mi duole dirgli che se si fosse presentato a un esame di diritto costituzionale o di diritto amministrativo o processuale penale, io lo avrei bocciato”. Lo dice il senatore a vita Francesco Cossiga a proposito della questione dell’autorizzazione a procedere firmata dal Guardasigilli per il ‘caso Storace’.
”Non gli avrei detto - aggiunge Cossiga - di ripresentarsi alla prossima sessione. No, l’avrei proprio bocciato perche’ chi afferma che la concessione di una autorizzazione, atto per sua natura discrezionale, e’ un atto dovuto, e’ un asino. Salvo il caso che l’amico Clemente non abbia voluto dire in forma giuridicamente sbagliata che la concessione alla procura della Repubblica di Roma dell’autorizzazione a procedere contro il senatore Storace (di cui non condivido i giudizi sul capo dello Stato anche se sul capo dello Stato anche se su di me ben piu’ pesanti giudizi sono stati dati) che e’ stato un atto ’politicamente dovuto’, anzi un atto politicamente coatto”.
”Perche’ a me - conclude Cossiga - ormai consta e lo dico con sicurezza che la concessione dell’autorizzazione gli e’ stata chiesta dal presidente della Repubblica. Quando ero presidente della Repubblica e una sola volta mi fu chiesto dal Guardasigilli un’opinione sull’autorizzazione risposi: ‘caro ministro, manda il procuratore della Repubblica a fare in c…’. Pero’ io non sono bello come Napolitano”.




permalink | inviato da gavoi il 18/10/2007 alle 0:8 | Versione per la stampa
KOSSIGA!!
17 ottobre 2007


Roma, 17 ott.
- “D’ora innanzi, ogni giorno, alle 9 e alle 16 io per prudenza urlerò a squarciagola davanti alla sede della Procura: “Quanto è bello Napolitano, quanto è buono Napolitano, quanto è simpatico Napolitano, quanto è saggio Napolitano, quanto è colto Napolitano, quanto ha fatto bene Napolitano a esaltare la repressione sovietica della Rivoluzione ungherese come: ‘Vittoria del Socialismo e della Pace!’. In un comunicato il presidente emerito della Repubblica, Francesco Cossiga, interviene sull’autorizzazione a procedere contro Storace.
Sul punto Cossiga spiega: “E così il ministro della Giustizia ha concesso alla Procura democratico-progressiva della Repubblica di Roma l’autorizzazione a procedere contro il senatore Storace”. Poi, il senatore a vita conferma quanto lo stesso leader della Destra aveva annunciato: “Sarebbe ingiusto criticare, come io altrimenti farei in nome della libertà, il ministro della giustizia, perché, a quanto si apprende dagli ambienti del ministero di via Arenula, è stato il capo dello Stato a chiederglielo!”. Cossiga poi conclude: “Giorgio, confortaci! Fai l’apologia della strage di Katyn, quale ‘contributo decisivo della Patria socialista all’estirpazione della mala pianta del nazionalismo e della borghesia polacca e all’affermazione universale del Comunismo!’. Facci sorridere, ‘George’, perché ridere ci fai già abbastanza! Viva la libertà!”.




permalink | inviato da gavoi il 17/10/2007 alle 19:33 | Versione per la stampa
STORACE QUESTA SERA ALLE 23.15 A MATRIX DA ENRICO MENTANA
17 ottobre 2007

Storace: <<In queste ore frenetiche, di attacchi molto stupidi, viene la voglia di reagire come si deve. Ma sono stato invitato da Enrico Mentana a parlare di quello che accade. E ho accettato volentieri di andare a Matrix, oggi, nella trasmissione che andra’ in onda alle ore 23,15. Nel frattempo, ragiono su una bella frase che ci ha accompagnato nella nostra esistenza di militanti politici: “Se un uomo non e’ disposto a correre qualche rischio per le proprie idee, o non vale niente lui o non valgono niente le sue idee“>>.




permalink | inviato da gavoi il 17/10/2007 alle 13:36 | Versione per la stampa
A FINE NOVEMBRE 1^ ASSEMBLEA REGIONALE "LA DESTRA"
16 ottobre 2007


Si terrà a fine novembre la prima Assemblea Regionale de "LA DESTRA". L'appuntamento seguirà di qualche giorno la nascita ufficiale del partito in programma al Pala Eur di Roma per il 10 e 11 novembre prossimi.
L'appuntamento, la cui data non è stata ancora comunicata ufficialmente, si terrà con tutta probabilità presso il centro congressi di Santa Cristina (Or), alla presenza del Presidente Nazionale de "LA DESTRA" Teodoro Buontempo (nella foto in una conferenza stampa insieme al Portavoce Provinciale di Nuoro Antonio Piu). Seguirà in serata un incontro pubblico a Siniscola (Nu) organizzato dai militanti della sezione baroniese del partito, cui parteciperanno il Presidente Teodoro Buontempo, il Portavoce Provinciale di Nuoro Antonio Piu e il Portavoce Regionale Michele di Cristo.




permalink | inviato da gavoi il 16/10/2007 alle 22:2 | Versione per la stampa
STORACE A GAVOI: IL SERVIZIO DEL TG DI VIDEOLINA
2 ottobre 2007
 



permalink | inviato da gavoi il 2/10/2007 alle 22:31 | Versione per la stampa
STORACE A GAVOI: SE SON FIAMME BRUCERANNO
1 ottobre 2007



permalink | inviato da gavoi il 1/10/2007 alle 22:2 | Versione per la stampa
IL TOUR DI STORACE INIZIA DA GAVOI
28 settembre 2007

GAVOI. Inizia a Gavoi, nel cuore della Sardegna, il viaggio che Francesco Storace compie per presentare “La destra” nell’isola. La scelta di Storace non è un caso. A Gavoi è nato, proprio a luglio, il simbolo del nuovo partito. Lo ha disegnato Antonio Piu, su incarico dello stesso senatore. E ora, Antonio Piu, lo ospiterà per primo nell’isola, dopo essere diventato anche portavoce provinciale del fondatore di “La destra”. Il primo ad accogliere l’ex di An, alle ore 12 di domani 29 settembre, nella sala consiliare del comune di Gavoi. Qui Francesco Storace, segretario nazionale del movimento politico da lui stesso fondato, pronuncerà il primo discorso in Sardegna per presentare il suo progetto politico. L’ex ministro della salute ed ex governatore della regione Lazio, a Gavoi, incontrerà i militanti, i primi simpatizzanti e non solo, ospite appunto di Antonio Piu, grafico del simbolo del nascente partito, che vedrà la luce il 10 e 11 novembre a Roma, dove si terrà l’assemblea costituente.
Francesco Storace sta attraversando l’Italia per incontrare i primi aderenti al movimento. Dopo l’incontro di Gavoi, domani, proseguirà alla volta di Alghero, dove è previsto un comizio pubblico, alle 17, nella sala teatro della Mercede e, infine verso Monti, dove, alle ore 20, al centro di aggregazione Antonio Segni, ospite del portavoce regionale, Michele Di Cristo, concluderà il tour sardo. E dopo il comizio si terrà una cena di lavoro con tutti i dirigenti regionali del movimento.
Un tour velocissimo da Gavoi a Monti come primo itinerario di un nuovo partito che nasce con un simbolo made in Sardegna, anzi in Gavoi. Il simbolo, infatti, come annunciato dal nostro giornale il 5 luglio scorso, era stato realizzato da Antonio Piu, militante di An, politico emergente di 34 anni, docente di filosofia al liceo ‘Asproni’ di Nuoro, con la passione per la grafica e per il web, già presidente del circolo gavoese di An ‘Anna Maoddi’ e, allora, dirigente provinciale del partito e fedelissimo dell’ex ministro della salute. Dopo quella notizia il dirigente provinciale è stato immediatamente invitato a dare le dimissioni da An. Ciò che Antonio Piu ha fatto ufficialmente e pubblicamente con lettera trasmessa anche attraverso il nostro giornale. Da allora è diventato portavoce provinciale di Francesco Storace e uno dei primi militanti in Italia del nuovo partito “La destra”.

GIOVANNI MARIA SEDDA
tratto da LA NUOVA SARDEGNA




permalink | inviato da gavoi il 28/9/2007 alle 14:47 | Versione per la stampa
L'EX MINISTRO STORACE PRESENTA IL SUO PARTITO
28 settembre 2007

Sarà presentato domani a Gavoi il progetto politico del nuovo movimento La Destra fondato dal senatore ex An Francesco Storace, che vedrà ufficialmente la luce il 10 e 11 novembre a Roma, dove si celebrerà l'assemblea costituente. All'incontro sarà presente lo stesso ex Governatore della regione Lazio, che nel luglio scorso decise di lasciare Alleanza nazionale in aperta polemica con il presidente del partito Gianfranco Fini, reo, secondo Storace, di aver abbracciato linee politiche centriste. Da qui la scelta di proseguire l'attività su strade separate e di fondare il nuovo partito. In provincia la scelta del senatore è stata abbracciata sin dal primo momento da Antonio Piu, insegnante gavoese anche lui fuoriuscito da An, che oggi è il portavoce provinciale. Piu è anche l'ideatore del simbolo de La Destra. Domani (alle 12 nella sala consiliare) lui e gli altri militanti di tutta la provincia faranno gli onori di casa all'ex ministro della Salute che è segretario nazionale del nuovo movimento. Dopo Gavoi Storace proseguirà alla volta di Alghero e chiuderà il suo mini tour sardo a Monti.

MICHELE ARBAU
tratto da L'UNIONE SARDA




permalink | inviato da gavoi il 28/9/2007 alle 14:43 | Versione per la stampa
VENERDI' IN CONSIGLIO COMUNALE LA MISS DI GAVOI PREMIATA DAL SINDACO
27 settembre 2007

 
Venerdì 28 settembre, durante la seduta straordinaria del Consiglio Comunale prevista per le ore 18 presso la Sala Consiliare, il Sindaco saluterà e premierà Manuela Pili, la giovane diciottenne di Gavoi, di ritorno dalla finale nazionale di Miss Italia, dove si è classificata tra le prime quindici.




permalink | inviato da gavoi il 27/9/2007 alle 14:54 | Versione per la stampa
STORACE A GAVOI SUL FUTURO DELLA CDL
25 settembre 2007

 
La visita di Storace a Gavoi sarà l'occasione per conoscere gli sviluppi dell'incontro con Silvio Berlusconi sulla strategia che la Cdl inte mettere in campo per l'autunno, nel tentativo di dare la spallata definitiva al governo Prodi e riportare gli italiani alle urne nel 2008. Rimane da chiarire il ruolo che all'interno della Cdl e della futura federazione del centro-destra voglia giocare il nuovo partito fondato da Francesco Storace, che vedrà la luce il 10 e 11 novembre prossimi a Roma, quando verrà celebrata l'Assemblea Costituente, proprio alla presenza del leader dell'opposizione Berlusconi.




permalink | inviato da gavoi il 25/9/2007 alle 19:10 | Versione per la stampa
FRANCESCO STORACE PRESENTA A GAVOI IL PROGETTO POLITICO DE "LA DESTRA"
23 settembre 2007

 
Sabato 29 settembre, arriva a Gavoi, alle ore 12 presso la Sala Consiliare del Comune, Francesco Storace, Segretario  nazionale del movimento politico "La DESTRA". L'ex Ministro della Salute ed ex Governatore della Regione Lazio, incontrerà la comunità gavoese, militanti, simpatizzanti e non solo, ospite di Antonio Piu, portavoce provinciale del movimento e ideatore del simbolo del nascente partito che vedrà la luce il 10 e 11 novembre prossimi a Roma, dove si celebrerà l'Assemblea Costituente. Il senatore Storace, dopo l'incontro di Gavoi, si intratterrà a pranzo con gli organizzatori presso l'Osteria Borello, per proseguire alla volta di Alghero, dove è previsto un comizio pubblico alle ore 17 e per Monti, dove alle ore 20, ospite del portavoce regionale Michele di Cristo, concluderà il tour sardo, prima con un comizio e poi una cena di lavoro con i dirigenti regionali del movimento.












permalink | inviato da gavoi il 23/9/2007 alle 10:23 | Versione per la stampa
SERATA DI PREMIAZIONE DEL FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO
2 settembre 2007

 
Si è chiusa ieri, con la consegna dei "Tamburini d'Argento", la VII Edizione del Festival del Cinema Italiano. A ricevere il premio sono stati Raz Degan (nella foto insieme all'orafa realizzatrice del premio Anna Guiso) come miglior attore nel film "I Centochiodi" di Ermanno Olmi, ENRICO PAU come miglior regista sardo della rassegna per il film “JIMMY DELLA COLLINA” e il regista FABRIZIO CATTANI con l’attore-scenaggiatore PASCAL ZULLINO per il film “IL RABDOMANTE” per l’alto contenuto sociale e lo spirito di denuncia il cui tema  principale è l’acqua come risorsa fondamentale sempre più oggetto di conflitti per il suo valore strategico determinato dalla crescente siccità e dall’inquinamento. La serata si è chiusa con un bouffet presso l'Osteria "Borello" cui hanno partecipato gli artisti premiati e numerosi invitati.

ANCHE GAVOI NEL PERCORSO CULTURALE DA CALA GONONE A FONNI?
1 settembre 2007

 C'è in cantiere un progetto molto ambizioso quanto dispendioso che prevede la realizzazione di un percorso culturale che parte da Cala Gonone e che arriva a Fonni, unendo tradizioni culturali costiere e montane, e che prevede la realizzazione di 10 alberghi, uno per ogni paese incluso nel percorso. Tra i dieci paesi, e perciò sede di uno dei dieci alberghi, pare che ci sia anche Gavoi. Dico pare perchè del progetto non si conoscono particolari, enti finanziatori e futuri privati proprietari. E' una velina che ho avuto modo di cogliere durante una amichevole chiacchierata con un amico, il quale mi ha svelato che una lega di cooperative (lascio a voi il compito arduo di individuarne il colore) è pronta a realizzare il mega progetto con fondi regionali e affidarlo a cooperative locali o ad imprenditori amici. I luoghi presso cui dovrebbero sorgere gli alberghi non si conoscono. Una fitta nebbia nasconde i dettagli dell'operazione ma evidentemente si vocifera già qualcosa. A presto per nuovi dettagli.




permalink | inviato da gavoi il 1/9/2007 alle 16:47 | Versione per la stampa
PRIMO COORDINAMENTO REGIONALE DE "La DESTRA"
31 agosto 2007

Sabato 1 settembre alle ore 10.30 presso la sala congressi Santa Cristina di Paulilatino si riunisce il primo coordinamento regionale de "La Destra" la nuova formazione politica di Francesco Storace. Il portavoce regionale Michele Di Cristo, insieme ai portavoce provinciali: Franceschino Bardanzellu (Gallura), Antonio Piu (Nuoro), Luigi Cardia (Ogliastra), Sergio Senes (Oristano), Mauro Barone (Cagliari), Luca Davide Enna (Sassari) e ai responsabili Marika Leoni (Dipartimento Donne), Pietro Peru (Dipartimento Giovani), Bruna Gisellu (Comunicazione), metteranno a punto il documento programmatico del partito in Sardegna, gli emendamenti statutari in vista dell'Assemblea Costituente del nuovo partito, in programma a Roma il 10 e 11 novembre, e i dettagli organizzativi della visita in Sardegna del Segretario nazionale del partito Francesco Storace, in programma il 29 setembre.




permalink | inviato da gavoi il 31/8/2007 alle 18:37 | Versione per la stampa
OPERAI FORESTALI IN AZIONE TUTTO L'ANNO?
30 agosto 2007

Forse la stoccata di Bertolaso colpisce nel segno. Da quelle considerazione potrebbero scaturire importanti spunti di riflessione: perchè non destinare maggiori risorse agli operai forestali e impiegarli a tempo pieno, in ogni Comune, per opere di prevenzione e pulizia dei cigli delle strade di proprietà del Comune? Penso all'utile opera compiuta qualche mese fa nella strada comunale di "Gaidanu" ripulita da carcasse di auto, immondizia e da fastidiosi arbusti che rendono pericoloso e insicuro il transito degli automobilisti che ogni giorno la attraversano per recarsi al lavoro. Il lavoro compiuto è stato pregevole ma inutile e dispendioso. Forse sarebbe meglio effettuare questo lavoro di pulizia dei cigli, di manutenzione delle strade, costantemente, evitando dispendiosi turni di lavoro concentrati in pochi mesi, con un impiego colossale di uomini e mezzi. Basterebbe far turnare alcune squadre di lavoro, impiegandole su diversi fronti e con un monte ore di lavoro sicuramente inferiore a quello che è stato impiegato per ripulire da cima a fondo tutto ciò che non si è mai fatto negli ultimi anni. Si dovrebbe pensare a ripulire, e tenere costantemente pulita, la bretella che collega la provinciale con "Zenna 'e ferru", anch'essa pericolosa, con scarsa visibilità e troppo stretta per poter ospitare in sicurezza tutti gli automobilisti che sono costretti ogni giorno ad usarla. Avere questi operai forestali "in casa", potendo far leva sulla loro professionalità ed esperienza, potrebbe essere utile per curare anche il verde pubblico presente all'interno del paese e rendere più accoglienti e puliti gli spazi attigui al centro sportivo di "Maristiai", il Giardino dell'ex Asilo, tutte le piazze e le tante strade campestri o interne al paese, in preda a sporcizia e abbandono.




permalink | inviato da gavoi il 30/8/2007 alle 11:8 | Versione per la stampa
BERTOLASO: MENO SAGRE E PIU' PREVENZIONE
30 agosto 2007


Contro i comuni sardi parte una fucilata: «Facessero meno sagre delle salsicce e pensassero di più alla prevenzione contro gli incendi». Guido Bertolaso atterra a Cagliari per un vertice lampo con le forze impegnate nella lotta alle fiamme ed entra in scivolata sulla polemica già bollente tra forestali e amministrazioni locali. «La salvaguardia dell'ambiente è un bene primario», incalza il capo della Protezione civile, «che può essere superato soltanto dalla tutela della salute. Servono impegno e risorse maggiori, anche se il lavoro oscuro che evita i danni delle fiamme non dà visibilità agli amministratori e non garantisce la rielezione». Il rappresentante del Governo parla di «priorità assoluta» che «deve scavalcare ogni tipo di promozione turistica degli enti locali», anche se «molti sindaci non sono consapevoli di essere i responsabili della protezione civile nei propri comuni».
Bertolaso si materializza negli uffici del Corpo forestale nel primo pomeriggio. Visita quasi a sorpresa (tanto che il comandante dei ranger Giuseppe Delogu non è presente). Ci sono però il presidente della Regione Renato Soru, l'assessore all'Ambiente Cicito Morittu e i massimi rappresentanti dei vigili del fuoco. A fare le veci di casa è il "dirigente anziano" Delfo Poddighe, capo dell'ispettorato della forestale di Tempio. Il vertice di via Biasi serve a fare il punto sulla campagna contro il fuoco nell'Isola. Situazione ancora incandescente, ma meglio di altre regioni e soprattutto degli anni più neri: «La campagna è stata intelligente e gestita bene», il giudizio di Bertolaso, «al di là dei dati inquietanti sulle giornate più nere». E il futuro potrebbe essere migliore: nella lotta contro le fiamme sta per cominciare l'era del satellite: «Le nuove tecnologie satellitari potranno essere utilizzate per un monitoraggio ambientale permanente». L'attenzione, sottolinea il capo della Protezione civile, verrà rivolta «non solo verso il possibile insorgere degli incendi boschivi, ma anche per il rischio di inquinamento da parte di petroliere e altre navi che possano scaricare i loro rifiuti in questo splendido mare». L'assessore Morittu aggiunge che «la rete di monitoraggio degli incendi della Regione potrà contare presto su un sistema di telecomunicazioni avanzato e moderno». Le radio analogiche stanno per passare al digitale: «Il piano è previsto attraverso un finanziamento nazionale di circa 500mila euro euro l'anno (in tutto sono cinque milioni)».
Proprio sul fronte monitoraggio, parte una denuncia dei Riformatori in Consiglio regionale : «La Sardegna ha già speso cinquanta miliardi di lire per un sistema di rilevazione con telecamere e raggi infrarossi con quarantotto impianti che non sono mai partiti pienamente», sottolinea Pierpaolo Vargiu, che ha presentato un'interrogazione in via Roma. «L'attivazione complessiva del sistema non è mai stata realizzata».
Nel frattempo l'Associazione degli enti locali va all'attacco dopo le multe ai Comuni partite dal Corpo forestale «per le troppe violazioni» sulle norme di prevenzione contro le fiamme. «La lotta agli incendi non si risolve con le multe contro i comuni, ma organizzando per tempo un piano antincendi concordato e condiviso», sottolinea il presidente Michele Cossa, «dove si mettano a disposizione di tutti gli operatori, compresi gli enti locali, risorse adeguate, mezzi e strumenti efficaci ed efficienti».




permalink | inviato da gavoi il 30/8/2007 alle 11:7 | Versione per la stampa
ANCHE QUEST'ANNO I "TAMBURINI D'ARGENTO" DI ANNA GUISO AL FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO
28 agosto 2007


Forte del successo ottenuto lo scorso anno con i tre splendidi "Tamburini d'argento" consegnati ai vincitori dell'omonimo Festival del Cinema Italiano (tra i premiati della scorsa edizione anche l'attore Silvio Orlando e il regista Antonio Capuano), anche quest'anno è stata l'orafa gavoese Anna Guiso a realizzare due dei quattro "Tamburini" (la realizzazione degli altri due è stata affidata all'orafo Roberto Lai) che verranno consegnati durante la cerimonia di premiazione del Festival, in programma sabato 1 settembre, alle ore 19, presso il cortile interno di Casa Maoddi.
 Uno di questi splendidi tamburini tradizionali, realizzati da Anna Guiso, con cassa in argento, filigrana e pelle naturale, verrà consegnato all'ospite di punta di questa edizione del Festival, Raz Degan, che arriverà venerdì a Gavoi in compagnia della bellissima compagna Paola Barale. A lui andrà il premio come miglior attore per il film "I Centochiodi" del regista Ermanno Olmi.




permalink | inviato da gavoi il 28/8/2007 alle 17:48 | Versione per la stampa
COPPA ITALIA: TALORO - S. TEODORO 3-1
27 agosto 2007

Con una bella e convincente vittoria, il Taloro incassa il primo risultato positivo della stagione nella prima partita della Coppa Italia dilettanti. Nel match di andata contro la compagine gallurese del S. Teodoro, il Taloro Gavoi, sotto di un gol realizzato dal nuovo acquisto Siatzu, ribalta il risultato, e forse i pronostici della vigilia, con un secco 3 a 1, grazie alle reti di Palimodde, Oggianu e Giovanni Cadau.




permalink | inviato da gavoi il 27/8/2007 alle 13:23 | Versione per la stampa
RAZ DEGAN e PAOLA BARALE A GAVOI
27 agosto 2007


Sabato 1 settembre, in occasione della serata conclusiva del Festival Cinematografico "Tumbarinu d'argento", Raz Degan verrà premiato come miglior attore della rassegna per il film di Ermanno Olmi "I Centochiodi". Con la compagna Paola Barale e sette splendidi cani, l'attore di origini israeliane arriverà a Gavoi dove soggiornerà per qualche giorno. L'appuntamento è fissato per le ore 19 presso il cortile interno di Casa Maoddi.




permalink | inviato da gavoi il 27/8/2007 alle 13:11 | Versione per la stampa
RAID INCENDIARIO NELLA MENSA SCOLASTICA: SI SOSPETTA MOVENTE POLITICO
24 agosto 2007

di Michele Arbau
tratto da L'UNIONE SARDA


I piromani hanno forzato una porta sul retro e dopo aver cosparso di benzina degli stracci hanno appiccato le fiamme. Il rogo ha completamente distrutto la cucina e compromesso il resto dell'edificio.
Sono entrati forzando una porta sul retro che si affaccia direttamente sulla cucina, poi hanno accatastato stracci, tovaglie e altro materiale infiammabile in un angolo, hanno cosparso il tutto con una miscela di benzina e nafta e hanno appiccato le fiamme. Risultato: il rogo ha completamente distrutto la cucina della scuola elementare Salvatore Canio di Gavoi, danneggiando molto seriamente anche i locali dell'attigua mensa. Il blitz, che gli inquirenti sospettano non sia solo un assurdo atto vandalico ma una vera e propria intimidazione indirizzata contro l'amministrazione comunale, è scattato attorno alle 4,45, un orario in cui le vie del paese erano già trafficate dai tanti allevatori diretti agli ovili. Gli incendiari, approfittando dell'oscurità, hanno potuto agire indisturbati. Sul posto, forse avvisati da qualche vicino che si è accorto dell'incendio, sono immediatamente intervenuti i carabinieri della stazione di Gavoi e quelli della compagnia di Ottana, nonché i vigili del fuoco di Nuoro a cui è toccato spegnere le fiamme.
DANNI INGENTI I danni sono ingenti. Si stima che si aggirino intorno ai 150 mila euro. Ma il danno più che materiale in questo caso è sociale, perché si è resa inagibile la mensa scolastica. La struttura è situate in via Canio, accanto all'edificio che ospita le scuole elementari, in una zona isolata e poco illuminata al di sopra della centrale via Roma. A luglio l'edificio aveva anche subito dei lavori di sistemazione. Era dunque una struttura rimessa a nuovo, capiente e molto ben attrezzata, utilizzata non solo dai bimbi delle scuole elementari ma anche da quelli delle materne. La sua distruzione arrecherà enormi disagi all'intera comunità perché sia la scuole che le famiglie dovranno rivedere la propria organizzazione interna visto che i ragazzi delle elementari fanno il tempo pieno per quattro giorni la settimana e quelli delle materne per cinque. Purtroppo Gavoi non è nuova a questi tipi di gesti. In passato già altre volte erano state infatti prese di mira le strutture pubbliche del paese.
I PRECEDENTI Ultimo in ordine di tempo il nuovo porticciolo del lago Gusana, inaugurato l'anno scorso. Il giorno prima della festa del lago, l'8 giugno, erano stati esplosi alcuni colpi di fucile che avevano danneggiato la struttura che sorge alle rive dell'invaso. Non meno di un anno fa invece, ci fu un raid ad alcuni caseggiati di proprietà del Comune da cui vennero anche trafugate diverse attrezzature.
CONDANNA UNANIME Il sindaco Salvatore Lai, fuori per impegni di lavoro, è stato informato dell'incendio ieri mattina dall'ufficio tecnico. «È un atto grave perché colpisce un servizio sociale rivolto ai bambini e i ragazzi della comunità - è il triste commento del primo cittadino -, naturalmente l'amministrazione condanna gesti di questo tipo. Questo episodio così come quelli verificatesi in passato sono fatti che ci preoccupano e che non vanno sottovalutati». Poi Salvatore Lai condanna duramente i responsabili del gesto. «Questi fatti - sono le sue parole - sono il segnale della presenza di individualità senza valori e senza punti di riferimento, capaci di gesti fini a se stessi che procurano rottura in una comunità che ha altri obiettivi e altri valori. Non si tratta di un gesto vandalico di qualche giovanotto ma è il gesto di qualche delinquente consapevole di ciò che fa».
IL PRESIDE Dello stesso avviso il preside dell'istituto comprensivo di Gavoi, Peppino Columbu, secondo il quale «non si tratta di un atto teppistico». Il preside è rammaricato e preoccupato per l'incendio della mensa. «Oltre ai danni economici - attacca Columbu - vanno valutati quelli culturali e sociali». La mensa delle elementari serve infatti 150 alunni delle elementari e 65 delle materne di Gavoi e Lodine. «Con la sua distruzione va in tilt tutta l'organizzazione didattica - spiega Columbu -. Il 17 settembre ricomincia la scuola è il sevizio mensa è indispensabile per l'organizzazione scolastica. Dovremo rivedere i programmi. I ragazzi delle elementari fanno il doppio turno e usufruiscono della mansa per quattro giorni alla settimana. Inoltre - prosegue - anche i bambini delle materne usufruiscono di questa struttura». Su chi siano le vittime di questo gesto il preside dell'istituto comprensivo non ha dubbi: «Sono innanzitutto gli alunni e di riflesso tutta la comunità gavoese e di Lodine».




permalink | inviato da gavoi il 24/8/2007 alle 12:35 | Versione per la stampa
IN FIAMME LA MENSA SCOLASTICA
24 agosto 2007

di Giovanni Maria Sedda
tratto da LA NUOVA SARDEGNA


GAVOI. Hanno dato fuoco alla mensa scolastica. Un attentato incendiario alla scuola elementare. Hanno distrutto le sedie e i tavoli utilizzati sia dagli scolari delle elementari sia da quelli delle medie, ma anche la cucina industriale.
Quella che consentiva la fornitura dei pasti ai bambini della scuola materna statale. Un atto terroristico più che vandalico. Perché rivolto contro la comunità scolastica del paese, contro le famiglie e quindi contro l’intera popolazione. Gli incendiari hanno forzato con un piede di porco la porta della mensa della scuola elementare, intitolata a Salvatore Canio, dopo aver scavalcato il cancello. Poi hanno forzato due porte interne che portano alla cucina e ai servizi, ammucchiato qualche tavolo e sparso il liquido infiammabile sui circa 200 metri quadri di pavimento, facendolo partire dall’esterno. Poi hanno fermato la porta con un masso. Qualcuno ha visto le prime fiamme, qualche altro ha sentito il botto causato dallo svilupparsi dell’incendio ed è partito l’allarme. Anzi la chiamata ai vigili del fuoco di Nuoro che sono arrivati nel giro di qualche ora. Erano circa le tre della notte fra mercoledì e giovedì. Fuori la pioggia aveva da poco bagnato il cortile dei giochi dei bambini. Ma dentro i locali della mensa le fiamme annerivano le pareti, bruciavano i tavoli e le sedie. Soprattutto però denneggiavano con la forza del calore ogni suppellettile, la cucina industriale, le attrezzature varie e gli impianti elettrici. Salve sono rimaste soltanto le strutture murarie e le volte, grazie anche alla insufficiente apporto d’ossigeno proveniente dall’esterno attraverso l’unica apertura della porta d’ingresso. Quando sono arrivati i vigili del fuoco, coordinati dal caposquadra Salvatore Piredda, le fiamme erano già basse e il liquido infiammabile ormai consumato. I vigili hanno lavorato però per ore, per salvare il salvabile. Le indagini sono state avviate dai carabinieri della stazione di Gavoi, guidati dal maresciallo Federico Mortellaro. Ma sul posto sono intervenuti anche gli agenti del commissariato di Gavoi con il loro dirigente, Luca Golzi. I vigili del fuoco dopo aver eseguito le operazioni di spegnimento e di bonifica hanno sigillato i locali. Seguiranno ulteriori verifiche e la valutazione dettagliata dei danni. Per il momento esiste soltanto l’attestazione di incendio doloso, compiuto dai soliti ignoti ai quali vorrebbero dare volto i carabinieri della stazione di Gavoi e della compagnia di Ottana. La prima valutazione dei danni è stata compiuta dall’ufficio tecnico comunale sulla base anche della conoscenza diretta delle consistenza delle attrezzature della mensa e della cucina. Si parla di un ammontare di circa 100 mila euro necessari per il ripristino del servizio che, a alla riapertura delle scuole, non potrà essere garantito. Al danno sociale si aggiunge così il danno didattico come ha tenuto a sottolineare il preside dell’istituto comprensivo Giuseppe Columbu, sopraggiunto immediatamente a verificare l’accaduto. «La mancanza del servizio della mensa - ha detto il dirigente scolastico - pregiudica in maniera determinante l’intera attività didattica. In particolare non potrà essere effettuata la scuola a tempo pieno praticata per quattro giorni la settimana da 150 allievi delle elementari, per due giorni da 50 iscritti alle medie, e non potranno essere garantiti i pasti per 60 bambini della scuola materna». Il sindaco Salvatore Lai era assente. Ha comunicato per telefono la sua tristezza: «L’incendio e la distruzione della mensa - ha detto - è un atto gravissimo ai danni dell’intera comunità che è invece protagonista di atti positivi e non di barbarie che purtroppo e inspiegabilmente si susseguono in uno stillicidio che va dalle fucilate alla casetta del porticciolo del lago di Gusana al portone della casa Maoddi e ai lampioni. Cercheremo il dialgo con le famiglie ma ora condanniamo questi gesti irresponsabili».




permalink | inviato da gavoi il 24/8/2007 alle 12:33 | Versione per la stampa
ARRIVEDERCI A FINE AGOSTO
8 agosto 2007

Gavoi.ilcannocchiale.it
vi saluta da...

Cala Brandinchi/Capo Coda Cavallo/S. Teodoro/Posada


e naturalmente da

Arrivederci a fine agosto e buone vacanze!!




permalink | inviato da gavoi il 8/8/2007 alle 13:49 | Versione per la stampa
NASCE L'ALBERGO DI CAMPAGNA
7 agosto 2007

CAGLIARI. La giunta regionale ha varato il testo unico delle norme che riclassificano le strutture ricettive sarde. Si tratta della prima norma sul tema dopo 20 anni che introduce novità nella tipologia delle strutture e anche nella gestione dei cambiamenti, naturali in un settore in evoluzione. Ora il provvedimento dovrà essere esaminato dal consiglio regionale per l’approvazione definitiva. Si tratta di una cornice che lascia a successive deliberazioni la classificazione tecnica di ciascuna tipologia, cercata attraverso la concertazione tra l’assessorato e le associazioni di categoria. Due gli scopi di questa scelta: non far invecchiare troppo presto il testo unico, rendere facilmente modificabile la classificazione o l’aggiornamento di una determinata tipologia. Una delle caratteristiche di questa iniziativa dell’assessorato è quella di fotografare la realtà ricettiva sarda, che ha dimostrato una certa vitalità e anche capacità di innovazione, e di stabilire le norme cui queste nuove forme di ospitalità dovranno riferirsi. La legge introduce anche l’obbligo di comunicare al Comune l’affitto di una seconda casa per le vacanze e anche l’obbligo per i titolari di camper di viaggiare in Sardegna con un libretto nel quale registrare lo scarico dei rifiuti. Naturalmente, bisognerà ampliare il numero di punti sosta in cui lo scarico sarà possibile. Nella norma si fa cenno a un marchio di qualità (da definire) e all’importanza per il consumatore della trasparenza delle comunicazioni e della differenziazione dell’offerta. Con questo testo nascerà l’«albergo di campagna» e la posada: la casa storica, l’edificio di pregio che, ristrutturato e arredato con pezzi d’epoca, diventa un albergo di almeno tre stelle.




permalink | inviato da gavoi il 7/8/2007 alle 15:52 | Versione per la stampa
DA OTTOBRE A GAVOI IL GAS DI CITTA'
1 agosto 2007
GAVOI. Il gas di città prende corpo nei centri del bacino imbrifero montano del Taloro. La rete è ormai pronta ed il progetto ora vede la sua fase attuativa, prima anche della città di Nuoro. Dai primi di ottobre, infatti, le utenze del territorio avranno a disposizione il gas domestico.
Questa la notizia data dal presidente del Bim Efisio Arbau, che ieri, in conferenza stampa ha presentato i dettagli del progetto Bim Gas. Le cifre sono importanti: 21 milioni di euro di spesa effettuati, il 50% dei quali arrivati grazie ad un piano integrato d’area firmato dalla Regione nel 1999, sulla base di un’idea nata nel 1994, sulla scorta dei progetti di risparmio energetico. I lavori sono iniziati nel 2004 e hanno portato alla creazione di una rete di gas per 13 centri, per un totale di 150 chilometri di tubature per un capacità teorica di diecimila utenze, con un optimum di settemila. «La realizzazione di questo progetto - ha detto Arbau - consente di avere un comodo strumento energetico a portata di abitazione, con considerevoli risparmi rispetto alla legna ed al gasolio. I suoi usi sono molteplici, dalla cucina al riscaldamento agli usi industriali. È stato un investimento importante per le nostre comunità che ci permetterà in futuro l’aggancio alla rete del metano, il cui arrivo, grazie al progetto Galsi è previsto per il 2011, quando saranno completate tutte le procedure per il gasdotto proveniente dall’Algeria, per il quale la Sardegna sar».
In questi giorni il Bim ha attivato una campagna di precontrattualizzazione. «A coloro che firmeranno il precontratto sulla fornitura del gas - aggiunge Arbau - sarà dimezzato il costo per l’allaccio, con un risparmio quindi di 150 euro. Il vantaggio è nel medio e lungo periodo. È un servizio che si paga sulla base del consumo effettivo ed è attivo quotidianamente e per tutto l’arco delle 24 ore». Non trascurabili i riflessi occupazionali. «In questi giorni - spiega il presidente del Bim - un gruppo di giovani formati dal consorzio, ha il compito di informare le famiglie sulle caratteristiche del servizio e sui vantaggi della sottoscrizione del pre-contratto. E non è da trascurare il basso impatto ambientale della tecnologia, il fatto che la stessa è definita “pulita” secondo i criteri di rispetto dell’ambiente». In sostanza, il gas di città è un passo avanti nella politica di risparmio energetico che, sulla base dei protocolli mondiali contro l’inquinamento, tiene l’area Bim nel rispetto di quelle statuizioni.



permalink | inviato da gavoi il 1/8/2007 alle 12:49 | Versione per la stampa
ANCHE I TUMBARINOS DI GAVOI ALLA 7^ EDIZIONE DI "MUSICA SULLE BOCCHE"
28 luglio 2007
Per la sua settima edizione, Musica sulle Bocche arriva in anticipo di qualche settimana rispetto agli anni precedenti. Si svolgerà infatti non più a fine Agosto, ma all'inizio del mese, precisamente dal 2 al 6 agosto 2007.
Non cambiano, invece, né il luogo né la formula di questo festival jazz diretto dal musicista Enzo Favata, consolidatosi ormai tra le manifestazioni più attese nel panorama estivo della Sardegna e che ha realizzato nel corso degli anni un felice connubio tra musica di qualità e paesaggio, tra spettacolo e cultura dello sviluppo sostenibile.
Le originali location degli spettacoli sono indubbiamente il punto di forza della rassegna: le magnifiche spiagge circondate dai graniti scolpiti dal vento, le strade e le piazze della cittadina gallurese, le chiese, il porto e gli stessi traghetti che collegano con la vicina Corsica sono inondati di musica dallâalba fino a notte fonda. "L'idea", sostiene Enzo Favata, "è quella della musica che va incontro alla gente, e non il contrario: ciò significa anche riportare il jazz alle sue autentiche origini popolari".
Tutto questo va di pari passo con una grande attenzione alla qualità dei progetti musicali che ogni anno vengono ospitati nel festival, in genere sempre ben equilibrato tra i grandi nomi del jazz internazionale e i nuovi talenti.
Quella di quest'anno sarà un'edizione dedicata a John Coltrane, a quarant'anni dalla sua scomparsa. Per ricordarlo nel migliore dei modi, a tutti gli artisti presenti al festival è stata commissionata l'interpretazione di alcuni suoi brani e a lui sarà dedicata l'installazione fotografica che ormai da anni caratterizza e accompagna il festival, immagini di grandi dimensioni proiettate sugli edifici, lungo e strade e sulla torre costiera, a cura del fotografo Luca D'Agostino. Mentre sul sito internet del festival chi vuole può già inviare un testo o messaggio sul grande musicista afroamericano: "Racconta il tuo Coltrane" è il titolo di questa iniziativa, non un concorso, ma una possibilità di mettere insieme le testimonianze più diverse su ciò che Coltrane ha rappresentato nella vita, nel rapporto con la musica di ognuno di noi. Sul sito è già presente il primo racconto, inviato dallo scrittore siciliano Roberto Alajmo, al quale è anche affidato il tradizionale appuntamento con i "Racconti sulle Bocche", narrazioni che nascono durante le giornate del festival e che lo stesso autore legge ogni sera sul palco centrale.
Per il resto, rimane invariata la formula di successo, con i concerti all'alba sulla spiaggia di Rena Bianca, le incursioni bandistiche per le strade e nei litorali, i concerti al chiostro del porto e quelli sulla piazza centrale. Accanto al jazz vero e proprio c'è sempre spazio per la musica popolare e quella di estrazione colta.
Si parte giovedì 2 Agosto con l'apertura affidata alla banda di musicisti torinesi Abracabanda e ai Tumbarinos di Gavoi, ospiti ormai fissi della manifestazione. L'incontro tra gli ottoni piemontesi e i tamburi barbaricini animerà le strade del centro gallurese per tutti i giorni della rassegna.
Gli altri artisti in cartellone sono: il sassofonista americano Charlie Mariano, vera leggenda del jazz, accompagnato dal chitarrista argentino Quique Sinesi, il trio del pianista inglese John Law, il violinista Alexander Balanescu con il suo famoso quartetto insieme al batterista e percussionista sloveno Slatzco Caucich, con il quale darà vita ad un progetto originale prodotto per il festival insieme ad Enzo Favata e intitolato "La Mer".
Ci saranno inoltre Claudio Fasoli, decano del jazz italiano, con un bel quartetto nel quale figura il grande virtuoso del contrabbasso, il russo Yuri Golubev; Nicola Morelli, pianista salentino trapiantato a Parigi, che si muove tra jazz e pizzica pugliese; il chitarrista Marco Tindiglia in quartetto con il sax di George Garzone; il collettivo orchestrale della Campania che annovera i migliori solisti del jazz partenopeo; il clarinettista sardo Paolo Carta Mantiglia ed il suo progetto "Simple Madness", mentre in un progetto originale tutto dedicato a Coltrane ci saranno: Riccardo Pittau, Massimo Carboni, Alfonso Santimone, Danilo Gallo e il batterista svizzero Brian Queen.
Il gran finale, l'alba di lunedì 6 Agosto sulla spiaggia di Rena Bianca, è affidato a Ralph Towner, uno dei maggiori chitarristi e compositori contemporanei, leader della mitica formazione degli Oregon.



permalink | inviato da gavoi il 28/7/2007 alle 13:30 | Versione per la stampa
DOMANI "SU PALU DE SA ITRIA"
28 luglio 2007

Con un record di iscrizioni (ben 38 cavalli e 5 batterie) si svolgerà domani nella pista dell'altipiano di "Lidana" il tradizionale "Palu de Sa Itria", la corsa dei cavalli che si appresta a celebrare il prossimo anno la sua 620^ edizione, così come si è potuto appurare grazie ad uno studio storico fatto dall'Associazione Ippica e da appassionati cavalieri. A contendersi la vittoria finale e l'ingente premio saranno 38 cavalli, molti dei quali provenienti da alcune scuderie di proprietari di Gavoi, così come vuole la tradizione, e numerosi fantini, alcuni dei quali provenienti dai più importanti circuiti ippici della Sardegna e della penisola. L'inizio della manifestazione è previsto per le 18, immediatamente dopo la fine della ss. Messa in onore della Madonna d'Itria.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Sa Itria Gavoi Palio Cavalli Barbagia

permalink | inviato da gavoi il 28/7/2007 alle 13:15 | Versione per la stampa
PROGRAMMA "TUMBARINU D'ARGENTO" EDIZIONE 2007
18 luglio 2007
 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Gavoi Tumbarinu d'Argento Rassegna Cinematografica

permalink | inviato da gavoi il 18/7/2007 alle 16:10 | Versione per la stampa
GRANDE SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE CONTRO GLI OGM SOTTO IL CONSIGLIO REGIONALE A CAGLIARI
11 luglio 2007

 
Questa mattina si è svolta una mobilitazione promossa da alcune Associazioni aderenti alla Coalizione Nazionale – Liberi dagli ogm – per contestare le politiche di apertura verso gli Ogm che ha voluto il Ministro De Castro e per esprimere sostegno alle rivendicazioni della Coldiretti che questa mattina ha svolto a Bologna un corteo nazionale con oltre 80.000 persone.
La manifestazione sotto il Consiglio Regionale ha visto la partecipazione di oltre 40 persone ed è stata voluta da Fare Verde e dalla Confconsumatori, ha visto l’adesione di alcuni Assessori all’Agricoltura, Lino Rascunà, Assessore Comunale a Pula e Luigi Bachis, Assessore Comunale a Domusnovas, oltre al Parlamentare di An, Bruno Murgia e i Consiglieri Regionali di An, Matteo Sanna e Ignazio Artizzu.
Hanno anche aderito la Federazione Provinciale del Movimento Sociale Fiamma Tricolore, il Rappresentante dei Comitati per “La Destra" di Francesco Storace, Antonio Piu e la Segreteria Regionale di Forza Italia Giovani, Studenti per le Libertà.
Inoltre i Circoli di Alleanza Nazionale:
- “Nuova Cagliari” – “G. Almirante” di Pula – “Fiuggi 25 Gennaio 1995” di Quartucciu – “Europa” di Cagliari.
E i Circoli di Azione Giovani:
“Fronte Identitario” di Cagliari – “Ettore Muti” di Quartu Sant’ Elena – “Ussana” – “Europa” di Cagliari.




permalink | inviato da gavoi il 11/7/2007 alle 18:0 | Versione per la stampa
sfoglia
settembre